Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Undici!



Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Perché Courtois dovrebbe calciare le punizioni al Chelsea

Durante una sessione d'allenamento il portiere belga ha mostrato discrete capacità balistiche, candidandosi al ruolo di specialista.

Di Redazione Undici

Thibaut Courtois è arrivato al Chelsea dopo tre anni passati in prestito all’Atlético Madrid, il portiere belga è uno dei migliori interpreti del ruolo già dal 2012, anno in cui viene inserito da Don Balón nella lista dei migliori calciatori nati dopo il 1991. Nel 2014 è stato eletto secondo miglior al mondo secondo l’Iffhs, dietro soltanto a Manuel Neuer, anno in cui vince con il Chelsea sia la Premier che la Coppa di Lega inglese. Courtois ha già ottenuto nella propria carriera alcuni riconoscimenti individuali importanti: nel biennio 2012-14 ha vinto il trofeo Zamora assegnato ogni anno al miglior portiere della Liga, oltre a diversi titoli nazionali con Chelesea, Genk e Atlético.

Durante questa stagione Thibaut è il miglior portiere della Premier League in fatto di clean sheets, ben 11, tra i maggiori campionati europei. Il numero uno del Chelsea ha però mostrato di avere anche delle ottime capacità balistiche. Durante una sessione di allenamento degli uomini di Conte ha calciato una punizione precisa all’incrocio, con un pattern di movimenti più simile a quello di un Ibrahimovic che a quello di un portiere. Courtois ha dimostrato di poter fare gol, magari Conte gli lascerà calciare qualche punizione.