Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Undici!

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Una bella storia in cui c’entrano uno tsunami, lo Sporting e Ronaldo

Martunis aveva perso tutto dopo lo tsunami che aveva colpito l'Indonesia nel 2004. Cr7 ha pagato per la sua istruzione e oggi il ragazzo è entrato a far parte dell'Under 19 dei portoghesi.

Di Redazione Undici

Il 26 dicembre del 2004 uno tsunami ha distrutto migliaia di abitazioni ed edifici in Indonesia. È stato uno dei più catastrofici disastri naturali dell’epoca moderna, causando diverse centinaia di migliaia di morti. Tra le vittime c’era anche la famiglia di Martunis, all’epoca di appena 7 anni, che ha perso così sua madre e i suoi due fratelli. Il ragazzo venne ritrovato circa venti giorni dopo, da solo e con indosso una maglia della Nazionale portoghese. Da quel momento proprio la Federazione lusitana si adoperò per aiutare la ricostruzione della casa del ragazzo, mentre questo dichiarava di non aver avuto paura perché «volevo essere vivo per incontrare la mia famiglia e diventare un giocatore di calcio».

La sua storia arrivò fino a Cristiano Ronaldo che pochi mesi dopo il ritrovamento si propose di pagare le spese per l’educazione di Martunis, dichiarando di aspettarlo un giorno a Lisbona, dove il poi 5 volte Pallone d’oro vestiva al tempo la maglia dello Sporting. Nel 2015 Martunis è entrato a far parte proprio dell’academy del club lusitano e oggi, all’età di diciassette anni, è pronto per fare il suo debutto con l’Under 19. L’indonesiano si allenerà e giocherà quindi nell’accademia in cui è cresciuto il suo idolo, e dove lo stesso Cr7 ha cominciato la formazione di quel talento che oggi tutti conosciamo.

Il video dell’incontro tra Cr7 e Martunis