Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Undici!

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

C’è una grossa inchiesta sul calcio belga

Perquisizioni e arresti nelle sedi delle maggiori squadre.

Di Redazione Undici

Nelle ultime ore sono state realizzate decine di perquisizioni e arresti in una dozzina di club della Jupiler League da parte delle autorità del Belgio, ha scritto il Guardian. Le indagini stanno seguendo diversi reati, dal riciclaggio alla corruzione, dalla frode finanziaria alla combine di alcune partite dell’ultimo campionato. La procura federale ha reso noto che le perquisizioni sono state 44 in Belgio e 13 in Francia, Lussemburgo, Cipro, Montenegro, Serbia e Macedonia, e sono l’esito finale di una investigazione lunga un anno.

Secondo i media locali, tra le persone interrogate ci sono agenti sportivi, arbitri, giornalisti, dirigenti come l’ex Anderlecht Herman Van Holsbeeck, e l’attuale allenatore del Club Bruges, Ivan Leko. Gli investigatori hanno rivelato che alcuni procuratori «hanno creato un sistema per nascondere al fisco e alle autorità belga le commissioni per i trasferimenti e i pagamenti di giocatori e allenatori». Sembrerebbe, hanno aggiunto, che nella stagione 2017/18 ci siano stati diversi casi di partite truccate.