Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Undici!

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Saranno queste le nuove regole del calcio?

L'Ifab discuterà di calci di rigore, falli di mano e sostituzioni.

Di Redazione Undici

Secondo il Telegraph, l’Ifab – l’organismo che ha il potere di cambiare il regolamento calcistico – discuterà il prossimo 6 novembre, nella riunione che si terrà a Londra, radicali modifiche regolamentari. In questo incontro, ci sarà un semplice dibattito, e solo in un secondo momento, a marzo, tali modifiche potranno essere proposte ufficialmente.

Una novità importante riguarderebbe i calci di rigore: se un portiere respinge la conclusione, il gioco si interrompe e si riparte con un rinvio dal fondo. Viene perciò eliminata la possibilità da parte di chi tira dal dischetto – o di qualsiasi altro attaccante – di tornare sulla respinta del portiere e ribadire in rete (come è successo pochi giorni fa a Paul Pogba, nella partita contro l’Everton).

Un’altra modifica riguarderebbe il fallo di mani, una delle casistiche più discusse perché più aperte all’interpretazione arbitrale. Oggi il regolamento impone che un calcio di rigore venga assegnato se il tocco di mano avviene “deliberatamente” (ovvero se c’è una chiara volontà di sbarrare la traiettoria del pallone da parte del difensore). È questo avverbio che l’Ifab vorrebbe eliminare, basandosi non più sulla volontà ma sulla posizione naturale o non naturale del braccio al momento del contatto con il pallone.

Anche le sostituzioni potrebbero essere riviste, per evitare perdite di tempo. I calciatori dovrebbero abbandonare il campo dalla linea del campo più vicina e non per forza da quella adiacente alle panchine (questo è già permesso, ma dovrebbe essere più “caldeggiato”, soprattutto se c’è un’evidente perdita di tempo). Un’altra possibilità è quella di fermare direttamente il cronometro durante le sostituzioni.