Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Undici!

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Verdi ha il miglior piede debole d’Europa

Il 61 per cento delle sue conclusioni arriva dal piede sinistro.

Di Redazione Undici

Esattamente un anno fa, Simone Verdi mise a segno una doppietta “particolare” contro il Crotone, lui che vestiva ancora la maglia del Bologna: le sue due reti arrivarono entrambe su punizione, ma calciate con due piedi diversi – la prima con il sinistro, la seconda con il destro. È evidente che Verdi ha deciso di cambiare piede in relazione al diverso punto di battuta – in entrambe le occasioni mira l’angolo di porta coperto dalla barriera, scavalcata dalla traiettoria del suo calcio. La naturalezza con cui passa da un piede all’altro, dimostrando di essere capace di calciare bene indifferentemente con il destro o il sinistro, è qualcosa di unico. In Serie A, non era mai successo che un giocatore fosse capace di segnare da fermo, con entrambi i piedi, nella stessa partita: il caso più vicino riguarda Hernanes, capace sì di realizzare una punizione con il destro e una con il sinistro, ma nell’arco della stessa stagione (contro l’Atalanta e contro la Lazio nella stagione 2014/15, quando giocava nell’Inter).

La doppietta di Verdi su punizione: prima di sinistro e poi di destro

Una tabella pubblicata su EightyFivePoints ha svelato un dato a proposito di Verdi: tra i giocatori ambidestri dei principali campionati europei, è quello che più calcia con il piede “debole”, per così dire. Se del calciatore del Napoli viene indicato il destro come piede preferito, la percentuale di tiri con il sinistro è addirittura superiore: 61 per cento (contro, appunto, il 39 del destro). Altri giocatori che usano più il piede solo nominalmente debole per calciare in porta sono Lallana, Perisic, Cazorla e Zielinski. Ousmane Dembélé ha un’esatta ripartizione delle sue conclusioni: ha la stessa percentuale sia con il destro sia con il sinistro. Quando l’esterno del Barcellona giocava ancora al Rennes, aveva rilasciato un’intervista in cui mostrava di avere lui stesso le idee confuse su quale fosse il suo piede preferito. Tra i giocatori più a loro agio nel calciare con entrambi i piedi presenti nelle prime posizioni, ci sono anche Dzeko, Saponara e Hamsik.