Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

L’Inghilterra ha vinto la sua prima medaglia negli ultimi 51 anni

Il terzo posto in Nations League è un risultato storico per la Nazionale dei Tre Leoni.

Di Redazione Undici

L’Inghilterra di Gareth Southgate non è riuscita a vincere la Nations League, eppure il terzo posto colto dopo il successo ai rigori contro la Svizzera è un risultato storico per la Nazionale dei Tre Leoni. Era dal 1968 che gli inglesi non conquistavano un piazzamento valevole di medaglia in una manifestazione internazionale: negli Europei italiani (vinti dall’Italia), la squadra di Alf Ramsey – reduce dal trionfo nella Coppa del Mondo casalinga – arrivò sul podio, eliminata dalla Jugoslavia in semifinale. Nel match per il terzo posto, che agli Europei è stato abolito dall’edizione 1984, l’Inghilterra sconfisse per 2-0 l’Urss con i gol di Charlton e Hurst.

Da allora, gli inglesi hanno raggiunto per altre 4 volte la semifinale di un grande torneo: di nuovo in Italia, nel 1990; all’Europeo casalingo del 1996; al Mondiale del 2018; nella prima edizione della Nations League. Se i Campionati Europei, come detto, non prevedono la cosiddetta finalina per assegnare la medaglia di bronzo, nelle due gare giocate ai Mondiali dopo l’eliminazione in semifinale (contro la Germania nel 1990 e contro la Croazia nel 2018), l’Inghilterra è stata sconfitta dall’Italia (2-1 nel 1990) e dal Belgio (2-0 nel 2018). Ora, invece, Southgate e i suoi uomini sono riusciti a rompere questo sortilegio: la sconfitta in semifinale contro l’Olanda è stata parzialmente riscattata nel match contro la Svizzera, finito 0-0 dopo i supplementari e poi 6-5 ai rigori. A partire dal prossimo grande torneo (Euro 2020), l’obiettivo sarà di infrangere un’altra maledizione: l’Inghilterra non riesce a vincere una semifinale dal 1966.

 

La prima edizione della Nations League si è conclusa con la vittoria del Portogallo, dopo il successo di misura (1-0, gol di Guedes) in finale contro l’Olanda. La nuova competizione dell’Uefa avrà una seconda edizione nella stagione 2020/21, al termine degli Europei itineranti dell’estate prossima. Dopo i gironi eliminatori di quest’anno, è già stata completata la griglia delle partecipanti alla prossima Lega A: oltre alle quattro selezioni che hanno partecipato alla Final Four, ci saranno Belgio, Francia, Italia e Spagna, oltre alla neopromosse Bosnia, Danimarca, Svezia e Ucraina. In realtà, il percorso della Nations League 2018/19 non è ancora finito: il regolamento del torneo prevede che quattro pass per la qualificazione al prossimo Campionato Europeo siano assegnati attraverso un playoff incrociato tra le migliori squadre delle quattro leghe che non riusciranno a superare i gironi eliminatori.