Media

Ralenti

Il Parma americano, le migliori canzoni di Fifa, il record di Duplantis.

Con la ripartenza di Serie A e Bundesliga, il calcio è davvero tornato. Ora mancano solo le competizioni europee, ma il nuovo calendario – compresso dalla pandemia a cavallo tra questa stagione e quella precedente, terminata da pochissimo – le ha fatte slittare al mese di ottobre. Poco male, si sono già giocate diverse partite importanti e oggi ce ne sono altre: quelle più interessanti da seguire sono senza dubbio Chelsea-Liverpool e Juventus-Sampdoria, la prima può essere già considerata una sfida importante per la corsa al titolo di Premier League, la seconda segnerà l'esordio assoluto di Andrea Pirlo sulla panchina della Juventus. Da seguire anche la prima stagionale del Real Madrid campione di Spagna, ospite della Real Sociedad a San Sebastián. Per quanto riguarda gli altri sport, oggi è il giorno delle semifinali agli Internazionali d'Italia di tennis, al Foro Italico: nel torneo maschile si scontrano Djokovic e Ruud, mentre dall'altra parte del tabellone ci sono Shapovalov e Schwartzman, che ha eliminato Nadal nei quarti; nel torneo femminile, Halep sfida Muguruza e poi c'è il derby ceco tra Vondrousova e Pliskova. Per i motori, tutti gli occhi sono su Misano, sul World Circuit Marco Simoncelli, dove fa tappa il MotoGP.

Tra un evento e l'altro, ecco la nostra solita selezione di articoli belli che abbiamo letto in settimana: si parte dal nuovo corso americano del Parma, presentato dal New York Times con un pezzo che spiega come e perché i business statunitensi guardano sempre più al calcio italiano; poi un ranking delle migliori canzoni di FIFA, inteso come videogame, e poi due riflessioni sulla (nuova) lealtà dei giocatori e sulla nostalgia come pilastro creativo per i kit supplier; infine, per gli altri sport, due incursioni negli Usa per parlare di NASCAR e discriminaazione, e della differenza che passa tra Kahwi Leonard e LeBron James come ispiratori politici di Clippers e Lakers. Non ci resta che augurarvi buona lettura. E buona domenica, ovviamente.

Krause Group Buys Parma, Adding to American Influence in Italian SoccerThe New York Times
Il New York Times presenta il nuovo gruppo statunitense che ha appena rilevato le quote societarie del Parma, e riflette sulla presenza e sull'influenza – sempre maggiori – degli Stati Uniti sulla Serie A, considerando che anche Milan, Bologna, Fiorentina e Roma hanno proprietà provenienti dal Nord America.

Ranked! The 100 greatest FIFA songs everFourFourTwo
Un salto nel passato del gioco di calcio più amato del mondo: in questa classifica c'è spazio per tutti i gusti, dai più nostalgici a quelli che invece amano la modernità a tutti i costi.

Superstar footballers are now starting to realise that loyalty can be a powerful weaponThe Telegraph
Partendo dai casi di Aubameyag e Grealish, che hanno rinnovato con Arsenal e Aston Villa, il Telegraph riflette su una nuova tendenza dei calciatori, che pare abbiano capito come la lealtà nei confronti dei loro club possa essere «un'arma potente, mentre in passato non facevano altro che aspettare offerte più alte, rimbalzando di squadra in squadra».

Nostalgia con mangasPanenka
Panenka riflette sulla tendenza dei kit supplier a rielaborare kit del passato: «Una maglietta da calcio è più di un pezzo di stoffa: entra nel tessuto emotivo e trasforma il recupero settimanale dell'infanzia in un'esperienza terrificante o meravigliosa. Per questo la nostalgia funziona così tanto, così bene».

NASCAR's chase to find the next Bubba WallaceEspn
Una lunga analisi sul circuito NASCAR, sulla necessità di trovare un altro pilota nero che possa raccogliere l'eredità – in pista, ma anche socioculturale – di Bubba Wallace.

Kawhi Just Learned a Lesson That LeBron Learned Long AgoThe Ringer
Dopo l'incredibile eliminazione del Clippers, The Ringer rintraccia e analizza la differenza tra Kawhi Leonard e LeBron James: il primo ha fatto sentire la sua influenza sull'ambiente della propria squadra fin quando c'è stata da costruirla, esattamente come faceva LBJ qualche anno fa. Solo che lui, dopo, ha imparato la lezione.

 

La foto della settimana

Nel rugby, la touche è uno dei momenti più importanti, anche iconici. Figurarsi poi in Nuova Zelanda, dove questo sport è più di uno sport, fa parte della cultura identitaria, diventa quasi una religione. Ecco perché questo scatto, tratto dalla gara di Mitre 10 Cup tra Counties Manukau e Tasman, giocata ad Auckland è così suggestivo. (Photo by Hannah Peters/Getty Images)

 

Il video della settimana

Al Golden Gala Pietro Mennea, tappa romana della Golden League, il 20enne svedese (ma nato negli Stati Uniti) Armand Duplantis ha infranto uno dei record più longevi nella storia dello sport: nel salto con l'asta maschile outdoor, il primato mondiale apparteneva a Serhij Bubka, che nel 1994, anche lui in Italia (per la precisione al Sestriere) superò l'asticella posta a quota 6,14 metri. Duplantis aveva già superato questa altezza indoor, ma venerdì 18 settembre ha saltato a 6,15 metri. Il video che immortala questo momento è davvero emozionante.

{

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l’impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni. Cookie policy