Calcio

La tripletta di Carli Lloyd

La calciatrice americana è stata decisiva nel trionfo degli States ai Mondiali femminili: solo Geoff Hurst era riuscito a realizzare tre gol in una finale, nel 1966

Una tripletta in una finale dei Mondiali l'aveva realizzata solamente l'inglese Geoff Hurst, nella finale del 1966 contro la Germania Ovest. Il nuovo Hurst – anzi, la nuova – si chiama Carli Lloyd, capitano della squadra femminile degli Stati Uniti: nella finale del Mondiale canadese contro il Giappone ha segnato tre reti nel giro dei primi 16 minuti. Un colpo dietro l'altro in successione che hanno consegnato alle americane il terzo Mondiale della loro storia, un record (superata la Germania, ferma a quota due). In più, il 5-2 con cui gli Stati Uniti hanno polverizzato le calciatrici nipponiche è una vendetta del Mondiale di quattro anni fa, quando il Giappone vinse ai calci di rigore in finale proprio contro la formazione a stelle e strisce.

Con i tre gol messi a segno in finale, Carli Lloyd, centrocampista dello Houston Dash e donna copertina di Sports Illustrated per presentare il Mondiale, è stata nominata miglior giocatrice del torneo e si è laureata capocannoniere, alla pari con la tedesca Celia Sasic. Particolarmente bello il terzo gol, un tiro dalla lunga distanza che ha sorpreso il portiere avversario.

{

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l’impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni. Cookie policy