Calcio

Il più giovane marcatore nella storia del Liverpool

Ben Woodburn ha solo 17 anni, ma di lui si parla già molto bene: con il gol al Leeds ha battuto il precedente record di Michael Owen.

Liverpool's Welsh striker Ben Woodburn celebrates scoring his team's second goal during the EFL (English Football League) Cup quarter-final football match between Liverpool and Leeds United at Anfield in Liverpool, north west England on November 29, 2016. Liverpool won the match 2-0. / AFP / Paul ELLIS / RESTRICTED TO EDITORIAL USE. No use with unauthorized audio, video, data, fixture lists, club/league logos or 'live' services. Online in-match use limited to 75 images, no video emulation. No use in betting, games or single club/league/player publications. / (Photo credit should read PAUL ELLIS/AFP/Getty Images)

Ben Woodburn, esterno offensivo del Liverpool nato nell'ottobre 1999, ha vissuto una settimana indimenticabile. Sabato ha debuttato in Premier League contro il Sunderland, mentre ieri, in EFL Cup contro il Leeds, ha segnato il suo primo gol da professionista. Una rete da record: a 17 anni e 45 giorni, è diventato il più giovane giocatore ad aver segnato nella storia del Liverpool, superando il precedente record detenuto da Michael Owen (17 anni e 145 giorni, gol nel maggio 1997 contro il Wimbledon). Woodburn, che è entrato in campo al 67' della partita contro il Leeds, ha segnato il gol del definitivo 2-0 all'81', con una conclusione di destro da dentro l'area. L'esordio in Premier League contro il Sunderland ne ha fatto invece il terzo più giovane debuttante nella storia dei Reds, dopo Jack Robinson e Jerome Sinclair.

 

La gara di Coppa è stata l'occasione per Jürgen Klopp di sperimentare alcuni giovani in squadra: il terzino Trent Alexander-Arnold (classe 1998) e l'esterno Ovie Ejaria (classe 1997) sono partiti titolari. Di Woodburn si è cominciato a parlare in estate, quando, ancor prima di compiere 17 anni, si era messo in mostra in alcune amichevoli precampionato, segnando contro Fleetwood Town e Wigan. Da quest'anno Woodburn è nell'Under 23 del Liverpool, mentre poche settimane fa ha firmato il suo primo contratto da professionista.

Dopo la vittoria contro il Leeds, Klopp ha detto che «tutti erano contenti per Ben nello spogliatoio», ma ha anche espresso qualche preoccupazione: «Sono davvero felice per lui, l'unico problema è che ho un po' paura dei media. Se scrivete solo “Ben Woodburn, marcatore”, allora mi va bene. Sappiamo di cosa è capace, ma c'è ancora molto da fare. Soprattutto, bisogna tenerlo lontano dalle attenzioni pubbliche il più possibile. Però voglio anche vederlo in campo, dove è assolutamente autorizzato a segnare, creare occasioni, crossare».

Le attenzioni non sono solo di stampa e tifosi, ma anche della Federcalcio inglese. Woodburn ha la nazionalità gallese e oggi fa parte della selezione Under 19, ma è nato a Chester, in Inghilterra. Non è ancora escluso che, in futuro, il giovane giocatore del Liverpool possa scegliere la Nazionale inglese: questo è quanto ha scritto il Liverpool Echo, spiegando come la Fa stia monitorando molto attentamente i progressi della nuova stellina dei Reds.

 


{

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l’impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni. Cookie policy