Calcio Internazionale

Una squadra giapponese di seconda divisione ha segnato due gol da centrocampo in 90 secondi

La colpa, però, è tutta del portiere.

La partita Montedio Yamagata-Ehime FC, della J-League 2 (la lega di seconda divisione giapponese), è entrata di forza nella storia del web, grazie a un avvenimento difficilmente ripetibile ad alti livelli. La squadra di casa, già in vantaggio per 1-0, ha segnato due gol da centrocampo tra il 61esimo e il 62esimo minuto. Novanta secondi tra un gol e l'altro, tutti e due da metà campo. Sono entrambi nel video in apertura, ovviamente senza stacchi di montaggio, ed entrambi vanno più che altro addebitati al portiere dell'Ehime, Masahiro Okamoto, piuttosto che alla bravura dei giocatori di casa: sulle due conclusioni, Okamoto si è fatto sorprendere in posizione molto avanzata, soprattutto sulla seconda è stato imperfetto nella parata a terra.

I due marcatori sono Shun Nakamura, centrocampista 24enne praticamente omonimo ma non parente del più famoso Shunsuke, ex Reggina e Celtic Glasgow – che tra l'altro gioca ancora in J-League 2, allo Yokohama FC, nonostante abbia 41 anni –, e Tatsuhiro Sakamoto, centrocampista 23enne cresciuto nella squadra di casa. Il Montedio, tra l'altro, è una delle squadre giapponesi con un nome italiano, formato dall'unione di due parole nella nostra lingua: nel caso specifico, si tratta di “Monte” e “Dio”. Con questo risultato, la squadra di Yamagata si porta al secondo posto in classifica, in questo momento sarebbe promossa direttamente in prima divisione – la J-League 1 –, in cui ha militato per l'ultima volta nel 2015.

 

 

{