Calcio Internazionale

Callum Wilson non tira in porta dal 6 ottobre

Sono esattamente tredici partite di Premier League.

Il Bournemouth di Eddie Howe non sta passando un buon momento di forma. Le Cherries sono al penultimo posto con 20 punti e in generale stanno raccogliendo dati statistici molto preoccupanti rispetto agli anni passati. Fra questi, risalta la media tiri in porta di uno dei giocatori di maggior talento del club, Callum Wilson. L'attaccante inglese non riesce a tirare nello specchio della porta in partite di Premier League dal 6 ottobre 2019, quando il Bournemouth perse 1-0 in casa del'Arsenal. Da allora, ovviamente, Wilson non riesce ad aumentare il suo score in campionato, rimasto fermo a cinque reti, tutte segnate nelle prima della partita con i Gunners – contro Leicester, Everton (doppietta), Southampton e West Ham. Per sua fortuna, in Coppa di Lega, lo scorso 4 gennaio Wilson è tornato al gol contro il Luton, club di Championship.

Nell'ultima partita contro il Watford, in cui i Bournemouth ha perso 3-0 in casa, Wilson ha lottato contro tutta la difesa avversaria ma ogni conclusione è uscita inoffensiva. Il tecnico dei rossoneri Eddie Howe ha spiegato che «Callum deve prendersi le responsabilità per quello che fa. Conosco il suo stato d'animo, adesso è ferito perché è sempre stato abituato a segnare molti gol e sta soffrendo, ma è un ragazzo a posto, frizzante. Il tipo di persona che vorresti avere con te in una stanza, molto divertente. Ma adesso sta affrontando questo momento e non deve lasciarsi abbattere e non dimostrare di provare questo sentimento».

Nello scorso campionato Wilson aveva segnato 14 reti ed era stato pure convocato in Nazionale, dove nel complesso ha ottenuto quattro gare e segnato un gol – al suo esordio, in amichevole contro gli Stati Uniti. Il Bouremouth negli anni ha ottenuto notevoli risultati e riscosso complimenti da tutti per la qualità del suo gioco, compresi quelli di Maurizio Sarri nei confronti del collega Eddie Howe. Ma i numeri negativi di questa stagione stanno confermando l'involuzione della squadra, soprattutto in attacco, dove la coppia Wilson-Fraser è passata da 1.21 chance create a partita del passato torneo allo 0.81 di adesso.

{

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l’impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni. Cookie policy