Società

L'iniziativa “Libri in Gioco” racconta le calciatrici e il loro amore per la lettura

Dodici atlete di Serie A, insieme con Chiara Gamberale, hanno indicato il libro che le ha ispirate nei minispot pubblicati sui canali social della Federcalcio.

Dodici calciatrici, dodici esperienze di vita segnate dalla lettura. L'iniziativa “Libri in Gioco” è stata organizzata dalla Divisione Calcio Femminile della Federcalcio, in collaborazione con il Centro per il libro e la lettura (istituto autonomo del MiBACT, il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo) e il Salone Internazionale del Libro di Torino, e si pone l'obiettivo di incoraggiare e diffondere la lettura attraverso le testimonianze di alcune tra le migliori atlete della Serie A.

Si tratta di Debora Novellino (Pink Bari), Regina Baresi (Inter), Claudia Ciccotti (AS Roma), Norma Cinotti (Empoli Ladies), Emma Errico (Sassuolo), Sara Mella (Hellas Verona), Stephanie Öhrström (Fiorentina), Valentina Puglisi (Tavagnacco), Cecilia Salvai (Juventus), Deborah Salvatori Rinaldi (Milan), Alessia Salvi (Orobica Bergamo) e Katja Schroffenegger (Florentia San Gimignano), guidate in questa occasione da un'allenatrice speciale: Chiara Gamberale, autrice di romanzi come La zona cieca, Le luci nelle case degli altri, L'isola dell'abbandono. 

L'iniziativa, avviata nell'ambito de “il Maggio dei libri” del Centro per il libro e la lettura e nei giorni del Salone Internazionale del Libro di Torino – svoltosi dal 14 al 17 maggio in formato SalTo EXTRA, edizione straordinaria digitale – ha visto le calciatrici raccontare la propria passione per la lettura con dei video pubblicati sui canali social della Divisione Femminile Figc. Ogni giorno, una delle atlete ha raccontato un libro da cui ha tratto ispirazione un gol, un gesto tecnico o che comunque abbia influito sulla loro vita : Debora Novellino ha scelto Giocare da uomo, l'autobiografia di Javier Zanetti scritta con Gianni Riotta (ed. Mondadori); Regina Baresi ha indicato L'alchimista, romanzo di Paulo Coelho (edizione italiana a cura di Bompiani); Cecilia Salvai, invece ha spiegato come Origin di Dan Brown (ed. Mondadori) le abbia dato maggior forza per affrontare un periodo inatteso e complicato come quello che stiamo vivendo a causa della pandemia.

Il Presidente della Divisione Calcio Femminile, Ludovica Mantovani, ha spiegato come questi dodici minispot serviranno a fare interagire le giocatrici – che grazie alla crescita del calcio femminile hanno sempre maggiore visibilità – con un pubblico molto vasto, composto soprattutto di giovani e giovanissime che si rispecchiano in loro: «Questa iniziativa nasce per dare forza a una delle nostre mission prioritarie: favorire la crescita culturale delle atlete, specialmente quelle che iniziano il percorso per diventare giocatrici. Perciò ringrazio tutte le istituzioni e le persone che hanno collaborato: il Centro per il libro e la lettura, il Salone Internazionale del Libro di Torino e le dodici testimonial per il loro contributo».


{

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l’impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni. Cookie policy