Calcio Internazionale

È da un anno che Ihattaren deve debuttare con l'Olanda, ma non ci riesce

E anche ora il suo esordio è di nuovo in dubbio.

In questa sosta per le Nazionali, l’Olanda affronterà la Spagna in un test amichevole prima di sfidare la Bosnia e la Polonia per qualificarsi alla fase finale della Nations League – l'altra squadra del girone è l'Italia di Mancini, seconda in classifica dietro la Polonia. Ora sulla panchina degli Oranje siede l’ex allenatore dell’Inter Frank de Boer, che ha preso il posto di Koeman dopo che quest'ultimo ha deciso di accettare l'offerta del Barcellona. Entrambi avevano deciso di convocare uno dei talenti più interessanti del calcio olandese, Mohamed Ihattaren, 18enne esterno offensivo di fantasia che gioca nel Psv. Solo che anche De Boer, esattamente come il suo predecessore, sta facendo una fatica enorme a far esordire Ihattaren con la maglia arancione.

Quella di Ihattaren è una situazione piuttosto surreale: ha giocato in tutte le selezioni giovanili olandesi e un anno fa, il 3 novembre 2019, il giocatore ha deciso di confermare la sua scelta a livello senior, di rappresentare l'Olanda e non il Marocco, altro Paese di cui possiede la nazionalità – a differenza di Zyiech, che come lui ha giocato nelle squadre Under dei Paesi Bassi ma poi ha accettato la convocazione della Nazionale maggiore marocchina, con cui ha disputato anche i Mondiali. Da allora, però, l'esordio di Ihattaren è stato continuamente rimandato: non è stato inserito in lista per la prima finestra utile, quella di metà novembre 2019; la pandemia ha rimandato/cancellato l'attività delle Nazionali fino all'estate 2020, quando finalmente Ihattaren è stato chiamato. A quel punto, però, Dwight Lodeweges – ex vice di Koeman e ct a interim dell'Olanda prima dell'arrivo di De Boer – ha deciso di non schierato nelle partite contro Polonia e Italia, in Nations League. Un mese fa non è stato convocato per via di un infortunio, ora invece è stato incluso nella lista compilata da Frank de Boer ma la sua disponibilità è in dubbio: secondo il Telegraafautorevole quotidiano olandese, Ihattaren soffre di problemi allo stomaco che potrebbero ritardare ancora il suo debutto.

Nonostante questo strano rapporto con la nazionale olandese, Ihattaren è uno dei giocatori più promettenti del panorama europeo – nell’estate del 2019, la UEFA lo ha incluso nella shortlist dei 50 talenti da seguire nei prossimi anni – ed è al centro del progetto tecnico del Psv. Il suo talento è evidente, e il fatto che sia un classe 2002 non gli ha impedito di accumulare già 55 presenze e nove reti in tutte le competizioni. Secondo i media olandesi,  l'Ajax vorrebbe tanto portarlo ad Amsterdam, e lui sembra lusingato da questo interesse, anche se teme la reazione dell'ambiente del Psv: «Non si sa mai come andrà a finire. Penso che l'Ajax sia un grande club. Ma i tifosi non accetteranno il mio trasferimento. Voglio sicuramente fare qualcosa di grande per il mio club, ma se pagassero trenta milioni?» ha dichiarato recentemente Ihattaren.

{

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l’impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni. Cookie policy