Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Undici!



Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Come completare un album di figurine Panini

Da sempre questione di fortuna e ingenti spese, la matematica viene in aiuto dei collezionisti. Se la soluzione fosse semplicemente la collaborazione?

Di Redazione Undici

Dietro ogni una competizione calcistica, sia essa continentale o mondiale, c’è sempre un’unica, incrollabile certezza: avremo un album dei Panini da completare. Gli Europei 2016 non fanno eccezione, e a circa un mese dall’inizio della manifestazione la casa modenese ha fatto partire la rotativa per produrre le figurine legate all’evento. Non soltanto oggetto da collezione ma un vero e proprio business redditizio, a cui applicare teorie della probabilità. Per 21 ore al giorno, sei giorni alla settimana, dei macchinari chiamati “Fifimatics” mischiano fino a 8 milioni di adesivi recanti i ritratti di centinaia di giocatori.

L’album di Euro 2016 presenta 680 slot da riempire raffiguranti giocatori di ciascuna squadra nazionale, più degli adesivi speciali come immagini degli stadi, il logo del torneo, il trofeo e il pallone da gara. Ci sono modi per massimizzare le probabilità di riempire con successo un intero album e, soprattutto, di farlo a un prezzo ragionevole. Gli adesivi sono contenuti in pacchetti da cinque, secondo Panini senza possibilità che vi siano doppioni nello stesso pacchetto. Una variabile importante nel calcolo di quanti sticker servono per completare un album. Accaparrarsi ogni singolo adesivo è impresa ardua, una battaglia contro la probabilità, anche secondo tre matematici interpellati a riguardo.

Più adesivi ci si procura, più complesso sarà completare il resto dell’album. Il Prof. Ehrhard Behrends della Libera Università di Berlino ha stimato che i collezionisti dovrebbero acquistare una media di 961 pacchetti a testa per riempire i loro album, pari a 4.805 adesivi in tutto. A sostegno della propria tesi Behrends ha simulato al computer un milione di tentativi di riempire l’album. Con un prezzo di 70 centesimi a pacchetto, ogni collezionista dovrebbe spendere circa 672 euro per riuscire nell’impresa. Una cifra non da poco, legata anche alla teoria della probabilità.

Senza dubbi il primo pacchetto sarà pieno di novità di cui abbiamo bisogno. Anche il secondo avrà buone possibilità di non presentare duplicati. Matematicamente parlando, c’è solo una possibilità su 680 di trovare un adesivo contenuto nel primo pacchetto. Trovare, però, l’ultima, fondamentale figurina, è una storia molto diversa. Secondo la teoria della probabilità, ci vorrebbe una media di 680 tentativi, il che significa che 679 adesivi sono, in media, inutili al nostro scopo. «Ottenere l’ultimo sticker è una vera impresa» ha detto il professor Paul Harper dalla School of Mathematics dell’università di Cardiff in Gran Bretagna. Il fatto che Panini venda i suoi adesivi in confezioni da cinque, inoltre, non migliora la probabilità di trovare ciò che ci occorre, secondo Harper. Non c’è grossa differenza tra una probabilità compresa tra 1/680 e 5/680.

RIO DE JANEIRO, BRAZIL - MAY 28: Panini World Cup stickers are displayed on May 28, 2014 in Rio de Janeiro, Brazil. Fans of World Cup Soccer are flocking to buy the stickers which are placed in an album where the fans of World Cup Soccer try to fill their books with all 640 stickers, which include each player for the 32 nations in the tournament plus a team picture, logo and photos of the stadiums. The 2014 FIFA World Cup begins June 12 in Brazil. (Photo Illustration by Mario Tama/Getty Images)

Un po’ di stickers dall’album degli ultimi Mondiali brasiliani

Anche Harper ha ipotizzato che i collezionisti dovrebbero acquistare all’incirca 963 pacchetti di figurine per riempire i propri album, ma certamente lavorare di squadra aiuterebbe ad avere successo. Il lavoro con un solo altro appassionato, infatti, ridurrebbe del 30% la quantità di adesivi necessari a completare l’album. Provare a collaborare con due persone abbasserebbe al 46% la quota. Farlo con dieci ridurrebbe del 68% il numero di pacchetti che servono a fare bingo. Per concludere, in Germania uno studente di ingegneria meccanica presso l’Università di Braunschweig ha lavorato su dei calcoli per dare un ulteriore aiuto ai collezionisti, approfittando delle offerte Panini per acquistare direttamente dalla fabbrica gli adesivi mancanti. Malte Braband, diciannovenne, ha scoperto che anche i singoli collezionisti che non condividono le loro risorse con gli altri possono riempire i loro album con una spesa tra i 233 e i 278 euro. Braband ha anche suggerito di farsi aiutare da non collezionisti, intercettandoli per aggirare il limite di 50 adesivi acquisibili direttamente tramite il sito di Panini. Se tre persone lavorassero insieme, e ognuno di loro fosse in grado di farsi aiutare da un esterno, si potrebbero ridurre i costi individuali tra i 124 e i 149 euro.