Iscriviti alla newsletter: scopri tutte le storie di Undici!

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Invia una e-mail

Raheem Sterling sta dividendo l’opinione pubblica

Tra i peggiori per media voto secondo la stampa, viene difeso da molti ex grandi giocatori della Nazionale.

Di Redazione Undici

A dispetto delle prestazioni dell’Inghilterra e dell’approdo della squadra di Southgate in semifinale, c’è un giocatore che più di altri sta facendo parlare di sé, non esclusivamente in senso positivo. Raheem Sterling infatti è tra i meno apprezzati dai tifosi, a secco durante la Coppa e con l’ultima rete in maglia inglese realizzata nell’ormai lontano 2015. Per quanto riguarda il Player Rate della Bbc, il giocatore del City risulta uno dei peggiori in fatto di media voto: il ventitreenne ha una media di 4,80 su 10 nelle tre partite giocate, il dato più basso fatto registrare da un calciatore che abbia cominciato almeno una partita. Harry Kane, che ha segnato finora sei reti, è il giocatore più votato per la Nazionale dei Tre Leoni con una media di 7,42, mentre Kieran Trippier è a 7,38.

Un altro dei problemi è che Sterling non sta calciando bene. Dei sette tiri tentanti ben 4 sono stati parati e comunque non è riuscito a trovare la via del gol. Con una precisione al tiro del 14%. Non sorprende che il capocannoniere della Coppa del mondo, Harry Kane, faccia registrare invece sei reti da 10 tiri, anche se tre di questi sono stati segnati dal dischetto. Jermaine Jenas, ex centrocampista dell’Inghilterra e del Tottenham, crede che la scarsa prolificità di Sterling potrebbe aprire la porta a Marcus Rashford, che ha giocato 132 minuti in Russia a dispetto dei 353 di Sterling. Ex giocatori come Alan Shearer però, hanno elogiato il lavoro del giocatore del City: «Contro la Svezia è stato importante che non abbia mai smesso di provare a entrare in area. Non scappava dalla palla, voleva segnare a tutti i costi».

Ma Sterling è anche un giocatore capace di correre dietro alla difesa avversaria, uno dei motivi per cui viene convocato è che è capace di rappresentare una minaccia costante, anche a dispetto di qualche errore. Secondo Rio Ferdinand:«Deve diventare un po’ più cinico, ma ha aiutato a tenere indietro la squadra svedese. È bravo a inserirsi alle spalle della difesa, lo fa come pochi altri ed è bravo nel far scappare all’indietro i difensori avversari». Sterling è pero anche uno dei giocatori che ha coperto la maggior distanza in fatto di chilometri percorsi. Il giocatore del City ha coperto 35,70 km in Coppa del Mondo, il nono posto più alto della Nazionale inglese ma 10 km in meno del primatista Lingard. Il meglio lo da nello sprint sul breve dove è secondo per scatti realizzati (con 159) e segue ancora una volta Lingard in fatto di distanza percorsa superando i 20 km/h.