Calcio

Il pallonetto de Dios

Il Napoli batte il Verona per 5-0, con Maradona che dipinge un indimenticabile gol da centrocampo. Giusto trent'anni fa.

Trent'anni fa, Il Verona aveva lo scudetto sulle maglie. A Napoli, quel giorno, indossava la divisa da trasferta, quella gialla. E schierava, in pratica, la stessa squadra che aveva conquistato il tricolore qualche mese prima. Tricella, Briegel, Elkjaer. Il portiere, invece, è un nuovo acquisto. Perché Garella, numero uno dei gialloblu campioni, è diventato il portiere del Napoli. Il 20 ottobre del 1985, nella sfida del San Paolo, è dall'altra parte del campo rispetto a Giuliano Giuliani, nuovo estremo difensore dell'Hellas.

La partita non ha storia. Nonostante lo scudetto sulle maglie, il Verona ha già concluso la sua breve stagione di successi. Proprio mentre sta iniziando quella del Napoli, che al tredicesimo della ripresa conduce per due a zero. Basterebbe già così ai tifosi azzurri, che in una sola domenica stanno battendo dei rivali storici e la squadra Campione d'Italia. Maradona, invece, decide che quella partita può e deve passare alla storia anche per altro.

La palla rimbalza poco dopo la linea di metà campo, tutta spostata a sinistra. Maradona la addomestica, la sistema e poi alza la testa per un secondo impercettibile. Giuliani è appena fuori dai pali. Tanto basta. Napoli-Verona finirà 5-0.


{

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l’impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni. Cookie policy