Calcio

Quanto contano i vivai

Il CIES ha pubblicato un report sull'incidenza dei settori giovanili nei campionati di tutta Europa: male l'Italia, che occupa le retrovie.

Il CIES, Centre for Sports Studies, ha pubblicato un rapporto sullo stato del calcio giovanile europeo. I dati prendono in esame i settori giovanili dei 31 massimi campionati continentali: i parametri sono numero dei calciatori allevati, rimasti in squadra oppure in grado di continuare la carriera in un altro team di prima divisione, e minuti giocati.

Fa riflettere che solo l'8,6% dei giocatori cresciuti nei vivai italiani oggi figuri negli organici del campionato: in Europa, solo la Turchia fa peggio. Inoltre, nessuna cantera nostrana figura tra le prime venti. Per trovare qualche traccia delle nostre giovanili, in particolare l'Inter, bisogna scendere fino all'undicesima posizione di un'altra graduatoria, quella che prende in esame i cinque maggiori campionati europei (Spagna, Francia, Italia, Inghilterra e Germania). Nella stessa classifica, Atalanta diciottesima.

fig04_en
fig03_en

fig07_en

fig06_en


{