Calcio

La generazione post–Duemila

Venti tra i più premettenti giocatori nati negli anni Zero, ora che è in corso l'Europeo Under 17.

TURIN, ITALY - NOVEMBER 19: Moise Kean of Juventus FC looks on during the Serie A match between Juventus FC and Pescara Calcio at Juventus Stadium on November 19, 2016 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Il Millennium Bug, alla fine, fu meno preoccupante di quello che si temeva, le numerose previsioni apocalittiche si rivelarono naturalmente infondate, e il passaggio dal 1999 al 2000 lasciò un segno per lo più simbolico: quello dell’inizio del terzo millennio dall’anno Zero (anche se, tecnicamente, iniziò nel 2001, ma i numeri hanno un’estetica emotiva che la precisione statistica non ha). Quell’anno successero cose che, a guardarle oggi, sembrano vicinissime, e altre che al contrario sembrano molto lontane: in ordine sparso e per diversi gradi di importanza, lo scudetto della Lazio, la prima elezione di Vladimir Putin, la salita al potere di Bashar al-Assad, il golden gol di Trezeguet in finale di Euro 2000 contro l’Italia. Durante questa stagione calcistica europea, alcuni calciatori nati in quell’anno stanno esordendo tra i professionisti. Gli eventi elencati prima, allora, tornano a impressionare: questi ragazzi, oggi quasi maggiorenni, non hanno mai visto la Russia pre-putiniana; alcuni non hanno mai “vissuto” l’ultimo scudetto laziale, né il dolore di quel tiro di Trezeguet. Quello, d’altronde, era il passato, e un passato nemmeno troppo vicino. È l’oggi quello che interessa a Kean, Sessegnon, Vlahovic, Gomes e compagni, anzi, il domani. Si sono messi in mostra a sufficienza nelle rappresentative giovanili di club e nazionali, e ora dovranno dimostrare lo stesso nelle squadre maggiori. Abbiamo scelto 20 tra i più promettenti talenti europei nati negli anni Zero, o dopo.

Alessandro Plizzari

Nazionalità – Italiana
Data di nascita – 12.03.2000
Club – Milan
Posizione – Portiere

Non dev’essere facile essere uno dei portieri più promettenti della tua generazione se un ragazzo appena più grande di te fa il titolare nella tua stessa squadra da quando aveva l’età che tu hai oggi. Plizzari, 17 anni, per alcuni è già “il nuovo Donnarumma”, nonostante Gigio sia soltanto un classe 1999. Alessandro Plizzari, al Milan da una vita, è però un portiere diverso: molto più “basso” (un metro e 87 centimetri), è portato di conseguenza a interventi più spettacolari nella parte “volante”. Il Manchester City lo ha già cercato.

Ferran Torres

Nazionalità – Spagnola
Data di nascita – 29.02.2000
Club – Valencia
Posizione – Centrocampista

Quando si parla di cantere spagnole, il discorso va (troppo) spesso a finire sul Barcellona, con qualche concessione al Real Madrid e, per i più informati, alla Real Sociedad. Spesso ci si dimentica di nominare quella del Valencia, che ha prodotto giocatori come Alba, Silva, Albiol. Ferran Torres è l’ultimo talento: fa il centrocampista o l’ala, ha un fisico robusto e atletico e dei piedi molto, molto maturi. Ha già debuttato al Mestalla con la squadra B, in Segunda División, e sia Barça che Real Madrid lo stanno seguendo.

Moise Kean

Nazionalità – Italiana
Data di nascita – 28.02.2000
Club – Juventus
Posizione – Attaccante

Di Moise Kean si parla moltissimo da mesi, ovvero da quando Massimiliano Allegri, complici gli infortuni di Paulo Dybala e Marko Pjaca, l’ha fatto esordire in Serie A. Tuttavia, chi segue con attenzione i campionati giovanili non soltanto italiani avrà una certa familiarità con l’italiano nato da genitori ivoriani: Moise Bioty Kean è da anni uno dei talenti più chiacchierati della sua generazione, e i numeri che il suo curriculum porta in dote spiegano benissimo il perché. In Nazionale, tra Under 15, 16 e 17, ha segnato 10 gol in 24 partite, e ancora meglio è andata con i bianconeri: complessivamente ha segnato 24 volte in 26 gare con gli Allievi, e 10 volte in 17 occasioni con la Primavera, giocando con giocatori più grandi di lui di uno, due o tre anni. Kean ha un fisico incredibilmente potente, è bravissimo a difendere la palla e a dribblare nello stretto, e sa trovare il gol con facilità da qualsiasi posizione. Perlopiù gioca come prima punta, ma può partire anche da posizioni più arretrate. È stato paragonato, in campo, a Mario Balotelli, e il tipo di gioco che Kean sta mostrando sembrerebbe confermare l’accostamento.

Filip Stuparevic

Nazionalità – Serba
Data di nascita – 30.08.2000
Club – Vozdovac
Posizione – Attaccante

Non viene dalle accademie più prestigiose come quelle di Stella Rossa o Partizan, ma Filip Stuparevic si è comunque fatto notare fuori dai confini della Serbia: nonostante sia nato nell’agosto del 2000 ha già giocato più volte con la prima squadra e debuttato e segnato nella Serbia Under 17. È un attaccante brevilineo, veloce, dotato di un buon dribbling e un sinistro preciso.

Romano Schmid

Nazionalità – Austriaca
Data di nascita – 27.01.2000
Club – Sturm Graz
Posizione – Centrocampista, trequartista

Sembra che sia sulla lista degli acquisti futuri del Bayern Monaco, ma per ora gioca nello Sturm Graz e nella Nazionale Under 17 austriaca. È un trequartista che sa spaziare in tutto il campo, con un buon tocco di palla e un’altrettanto buona visione di gioco che gli permettono di spiccare nel ruolo di regista offensivo. È piccolo, agile e dotato di un buon dribbling.

Pietro Pellegri

Nazionalità – Italiana
Data di nascita – 17.03.2001
Club – Genoa
Posizione – Attaccante

È diventato il calciatore più giovane di sempre a esordire in Serie A durante questa stagione, con la maglia del Genoa, e infatti Pietro Pellegri non solo è nato nel nuovo millennio, ma è un classe 2001. Ligure e genovese, è nato a Pegli e si è trasferito ai grifoni da giovanissimo, dove ha da subito giocato come punta. Era già stato provato con Gasperini in amichevole, ma l’esordio è arrivato con Juric. Pellegri è un attaccante fisicamente maturo: è alto quasi un metro e 90 e sa duellare con difensori più esperti di lui. Ha un buon controllo di palla e un’ottima coordinazione che gli permette di calciare in modo potente e preciso da molte posizioni.

Simone Ghidotti

Nazionalità – Italiana
Data di nascita – 19.03.2000
Club – Fiorentina
Posizione – Portiere

Simone Ghidotti è precoce da sempre. È arrivato a Firenze dal Lumezzane per giocare negli Allievi nazionali, ed è stato poi chiamato a giocare in Primavera, dietro ai più grandi Satalino e Cerofolini. Poi ha scavalcato entrambi i colleghi, classe 1999, per andare in prima squadra, per la prima volta nella gara contro l’Udinese, facendo il terzo portiere.

Kane Wilson

Nazionalità – Inglese
Data di nascita – 11.03.2000
Club – West Bromwich Albion
Posizione – Terzino

Si è parlato di lui, in Inghilterra, per il suo debutto in League Cup con il Wba nell’agosto 2016. Nella precedente tournée estiva della squadra aveva giocato contro Torquay e Psg. Wilson è un terzino veloce e abilissimo nel dribbling. Destro di piede, può giocare su entrambe le fasce, e sa andare in porta con una certa facilità, il che rende possibile un suo impiego più avanzato.

Callum Styles

Nazionalità – Inglese
Data di nascita – 28.03.2000
Club – Bury
Posizione – Centrocampista, trequartista

È stato un debutto complicato quello di Callum Styles con il Bury, squadra di League One con cui è diventato il primo classe 2000 a calcare un campo di calcio da professionista. È l’otto maggio 2016, Callum ha 16 anni e 41 giorni, è l’ultima partita della stagione a Gigg Lane, casa del Bury. Styles gioca 15 minuti, la sua squadra vince per 3-2. Pochi giorni dopo, tuttavia, la Federazione scopre delle irregolarità nella registrazione di Styles e penalizza di 3 punti il Bury. Finalmente, lo scorso febbraio, Callum ha firmato il suo primo contratto da professionista. Nonostante nasca come attaccante, in prima squadra, anche grazie alla sua velocità e al suo fisico agile, viene impiegato a centrocampo oppure tra le linee. È rapido nello stretto e ha una buona capacità di smarcamento per il tiro o il passaggio.

Abdoullaye Traoré

Nazionalità – Ivoriana
Data di nascita – 30.04.2000
Club – Perugia
Posizione – Esterno offensivo

 

È arrivato nell’estate 2016 al Perugia dalle giovanili dell’Inter, dove aveva fatto grandi cose come ala sinistra. Sta giocando molto e bene anche con la Primavera degli umbri, e ha esordito in Serie B. Ha un fisico robusto e, oltre che sulla velocità, può contare anche su una buona dose di aggressività e sulla capacità  di difendere bene la palla. Potrebbe, per questo, giocare anche più indietro in futuro.

Vincent Thill

Nazionalità – Lussemburghese
Data di nascita – 04.02.2000
Club – Metz
Posizione – Trequartista, attaccante

Era dai tempi di Gustave Kemp, che giocò negli anni Trenta e Quaranta, che non si parlava tanto di un talento del Lussemburgo. E come Kemp, anche Vincent Thill gioca nel Metz. Ha già esordito in prima squadra sia in Ligue 1 che in Coupe de France, e anche in Nazionale: qui ha anche segnato, in amichevole contro la Nigeria. È un trequartista o una seconda punta, ha tecnica e facilità di tiro.

Ryan Sessegnon

Nazionalità – Inglese
Data di nascita – 18.05.2000
Club – Fulham
Posizione – Terzino Esterno offensivo

Sedici anni e 20 partite giocate tra i professionisti, divise tra Championship, Fa Cup e League Cup. 1358 minuti giocati – al momento della stampa di questo numero – e quattro reti. È una carta d’identità che fa una certa impressione quella di Ryan Sessegnon, terzino sinistro, oppure centrocampista di fascia sinistra, oppure ala sinistra del Fulham: anche per questa duttilità di transizione difensiva e offensiva in Inghilterra ne parlano come “il nuovo Gareth Bale”. Naturalmente, lo stesso Bale ci mise un po’ di anni prima di consacrarsi, e così anche Sessegnon non si può paragonare, oggi, all’ala gallese: manca ancora troppa esplosività nella corsa e nel calcio, e il ruolo di ala è uno dei più impegnativi dal punto di vista fisico. Tuttavia, Ryan Sessegnon è su una buona strada: è robusto per i suoi sedici anni, e ha già imparato le regole del calcio più duro della Championship. Secondo i media inglesi, la corsa per acquistarlo da Craven Cottage è una delle più ricche di concorrenza: Liverpool, Arsenal, Chelsea, Tottenham, ma anche Bayern Monaco e Rb Lipsia. Secondo il suo compagno Stefan Johansen, «è sicuro al 99% che Sessegnon diventerà uno dei migliori terzini del mondo».

Przemyslaw Bargiel

Nazionalità – Polacca
Data di nascita – 26.03.2000
Club – Ruch Chorzow
Posizione – Centrocampista

È il più giovane debuttante nel campionato polacco del Ventunesimo secolo: Bargiel ha esordito lo scorso 29 aprile, a 16 anni e 34 giorni, contro il Cracovia. Entrato a 11’ dal termine, i media polacchi erano entusiasti: «In quei pochi minuti, ha creato più di Podgorski (il giocatore sostituito) in 80». Bargiel nasce come esterno destro, per sfruttare la sua rapidità e la sua tecnica, ma nel minutaggio avuto con la prima squadra del Ruch Chorzow ha giocato anche più interno. Fa parte della selezione Under 17 del proprio Paese. A più riprese si è vociferato di un interessamento di Milan e Inter nei suoi confronti.

Timothy Weah

Nazionalità – Statunitense
Data di nascita – 22.02.2000
Club – Psg
Posizione – Attaccante

Sulle sue qualità sono disposti a mettere una mano sul fuoco i responsabili del settore giovanile del Psg, con cui lo scorso maggio ha firmato il primo contratto da professionista, la stampa francese («Un fenomeno», per Le Parisien), e, ovviamente, suo padre George: «Non lo dico perché sia mio figlio, ma Timothy è veloce, ha fiuto del gol, segue le indicazioni del tecnico». È un attaccante dal piede molto educato, a cui piace svariare anche sugli esterni per non dare punti di riferimento. Ha il doppio passaporto statunitense e francese.

Dusan Vlahovic

Nazionalità – Serba
Data di nascita – 28.01.2000
Club – Partizan Belgrado
Posizione – Attaccante

Lo paragonano spesso a Zlatan Ibrahimovic, ma in questo caso la suggestione è tutt’altro che campata per aria: basta guardarlo giocare per una manciata di minuti per rendersi conto di quanto Dusan Vlahovic assomigli allo svedese. Fisico robusto, 1,90 metri di altezza, il serbo è un attaccante completo: grande tecnica, capacità di saltare l’uomo, bravo nella difesa del pallone, micidiale nello stretto. Sin da piccolo, è stato abituato a giocare con ragazzi più grandi: ecco perché non ha mai patito il gap d’età, e continua a non soffrirlo ora che gioca nella Superliga serba, con la maglia del Partizan Belgrado con cui, lo scorso 2 aprile, ha trovato il primo gol da professionista. Che la sua carriera proceda speditamente lo dicono anche le frequenti convocazioni nell’Under 19 serba: in 8 apparizioni, Vlahovic ha già segnato due volte. Nel Partizan è arrivato nel 2014, a 14 anni, e un anno dopo ha firmato il suo primo contratto da professionista, complice uno score da 32 partite in 15 presenze nella categoria riservata ai nati nel 1999. Con il debutto nel febbraio 2016 con la prima squadra, è diventato l’esordiente più giovane nella storia del Partizan.

Jadon Sancho

Nazionalità – Inglese
Data di nascita – 25.03.2000
Club – Manchester City
Posizione – Esterno offensivo

Fa del dribbling e della capacità di spostare il pallone repentinamente, quasi in maniera impercettibile, i suoi punti di forza. È un esterno alto che predilige giocare largo sulla sinistra, per poter convergere verso il centro e utilizzare il destro, piede preferito. Il Manchester City lo ha preso dal Watford nel 2015 e nella selezione Under 17 inglese si è già messo in luce con sei gol in sette presenze.

Fabrizio Caligara

Nazionalità – Italiana
Data di nascita – 12.04.2000
Club – Juventus
Posizione – Centrocampista

Anche Max Allegri ha avuto parole d’elogio per lui. Caligara è una mezzala, all’occorrenza schierabile come centrocampista davanti alla difesa, molto dinamico e caparbio, abilissimo nel recuperare palla e gettarsi poi in avanti. Da questa stagione gioca nella Primavera juventina, e nel giro di pochi mesi è diventato uno dei punti fermi dell’Under 17 azzurra

Jack Aitchison

Nazionalità – Scozzese
Nascita – 5.03.2000
Club – Celtic Glasgow
Posizione – Attaccante

In un solo pomeriggio, quello dello scorso 15 maggio, ha fatto segnare due primati di precocità nella storia del Celtic: a 16 anni e 71 giorni, è diventato il più giovane giocatore a debuttare e a realizzare un gol – quest’ultimo record che resisteva da 108 anni – con il club scozzese. Nella partita contro il Motherwell, vinta largamente per 7-0, Aitchison ha fatto centro al primo pallone toccato, un diagonale con il sinistro sul palo lontano. Attaccante d’area, è molto bravo nell’anticipo e nel modo in cui sfrutta gli spazi, grazie all’abilità nel leggere perfettamente le situazioni di gioco, come dimostrato nella prima rete tra i professionisti.

Hamed Junior Traoré

Nazionalità – Ivoriana
Data di nascita – 16.02.2000
Club – Empoli
Posizione – Trequartista

È una forza della natura: imprendibile quando parte in velocità, nonché forte di una destrezza con il pallone che rende molto arduo agli avversari il compito di fermarlo. Gioca prevalentemente da trequartista, ma può essere impiegato anche la mezzala. Nella prima stagione in pianta stabile con la Primavera dell’Empoli, ha segnato quattro volte nelle prime otto partite.

Angel Gomes

Nazionalità – Inglese
Data di nascita – 31.08.2000
Club – Manchester United
Posizione – Trequartista

È il gioiello dell’Academy del Manchester United, dove è arrivato a 13 anni. Nicky Butt, responsabile capo del settore giovanile, ha detto di riporre «grandi speranze». È un numero dieci classico, con abilità tecniche raffinatissime, dal dribbling al controllo di palla, ma mai fini a se stesse: Gomes fa sempre la scelta giusta in campo, e il modo in cui manda i compagni a rete ne è la dimostrazione.

 

Dal numero 15 di Undici