Calcio Internazionale

La metà degli allenatori di Bundesliga non ha mai allenato in Bundesliga

Nella prossima stagione ci saranno 8 tecnici esordienti.

David Wagner, nuovo tecnico dello Schalke 04, qui durante la sua esperienza come manager dell'Huddersfield Town (Michael Regan/Getty Images)

L'edizione della Bundesliga che sta per iniziare sarà all'insegna delle novità, soprattutto in panchina. Dei 18 tecnici in carica in questo momento, 8 non hanno mai allenato nel massimo campionato tedesco. Certo, va fatta una distinzione: alcuni allenatori vengono dall'estero, altri invece sono molto giovani e/o approcceranno la prima esperienza a questo livello. Al primo gruppo appartengono Marco Rose (42 anni, tecnico del Borussia Moëchengladbach ed ex del Salisburgo), Oliver Glasner (44 anni, Wolfsburg, ex del LASK Linz), Alfred Schreuder (46 anni, Hoffenheim, ex allenatore in seconda dell'Ajax) e David Wagner (47 anni, Schalke 04, reduce dall'esperienza all'Huddersfield). Nel secondo gruppo, ci sono invece Ante Čović (43 anni, Hertha Berlino, ex tecnico della seconda squadra), Achim Beierlorzer (52 anni, Colonia, ex assistente al Lipsia), Steffen Baumgart (47 anni, tecnico del Paderborn) e Urs Fischer (53 anni, alla guida dell'Union Berlin).

In ogni caso, la Bundes resta un campionato aperto alle sperimentazioni, in cui è evidente non esista la paura di lanciare nuovi allenatori. Il confronto con le altre leghe top in Europa è eloquente: nella Serie A 2019/20 ci sarà un solo allenatore esordiente, il portoghese Paulo Fonseca alla Roma; in Spagna, solo i neopromossi Diego Martínez (Granada) e Vicente Moreno (Real Mallorca) non hanno mai allenato una squadra di Liga; la Ligue 1 vedrà esordire 4 nuovi tecnici, tra cui spiccano Sylvinho (al Lione, per la sua prima esperienza da allenatore) e Villas-Boas (al Marsiglia), oltre ai meno conosciuti Elsner (Amiens) e Jobard (Dijon). La Premier League prova a tenere il passo, il contingente dei nuovi è formato da Dean Smith (Aston Villa), Graham Potter (Brighton), Frank Lampard (Chelsea), Daniel Farke (Norwich) e Chris Wilder (Sheffield).

La Bundesliga resta dunque in testa a questa particolare classifica. È una questione puramente strategica, anche perché gli allenatori da considerare “veterani” hanno in realtà un'esperienza limitata nel tempo: Streich (Friburgo), Schwarz (Magonza) e Kohfeldt (Werder Brema) sono alla prima squadra nel massimo campionato dopo aver compiuto il percorso di formazione nei settori giovanili; Adi Hütter, invece, inizierà la seconda stagione all'Eintracht dopo due avventure positive in Austria e Svizzera, con Salisburgo e Young Boys. Del resto in Germania allena anche Julian Nagelsmann, 31enne  del Lipsia reduce da 4 annate sulla panchina dell'Hoffenheim. Il più giovane nella storia della Bundesliga.

{