Calcio

E quindi come sta andando il Mondiale di beach soccer?

Quello dell'Italia, per esempio, promette molto bene.

L'Italia si è qualificata ai quarti di finale dei Mondiali di beach soccer – che si stanno svolgendo ad Asunción, in Paraguay. Gli Azzurri hanno superato il girone eliminatorio grazie alle due vittorie centrate contro Tahiti (12-4) e Messico (6-2), intervallate dal match perso di misura (3-4) contro l'Uruguay. La sconfitta è stata resa indolore dai risultati delle altre partite: l'Italia ha infatti conquistato il primo posto del girone B, e ora affronterà la Svizzera nel primo match a eliminazione diretta. La sfida contro gli elvetici è in calendario per giovedì 28 novembre alle ore 23.25.

Gli Azzurri hanno centrato il traguardo dei quarti di finale per la sesta volta nella storia, la terza consecutiva dopo le edizioni del 2015 e del 2017. La migliore avventura mondiale resta quella del 2008: undici anni fa, a Marsiglia, l'Italia fu sconfitta in finale dal Brasile per 5-3. Da allora, gli Azzurri hanno raggiunto due volte il quarto posto, proprio nelle ultime due edizioni: nel 2015, in Portogallo, l'eliminazione in semifinale è arrivata per mano di Tahiti; due anni fa, alle Bahamas, è stato ancora il Brasile (poi campione del Mondo) a battere l'Italia.

L'uomo simbolo di questa nuova Italia è Gabriele Gori: contro il Messico, il 32enne numero 10 degli Azzurri ha realizzato cinque gol, la stessa cifra del match d'apertura contro Tahiti. Queste dieci marcature portano il suo score totale in Nazionale a 289, di cui 39 nella competizione iridata. Il commissario tecnico Emiliano Del Duca ha commentato così l'accesso ai quarti di finale: «Siamo tra le otto migliori nazionali al mondo, è già un bel risultato, ringrazio i ragazzi per quello che hanno dato. Siamo stati sfortunati contro l'Uruguay, ma abbiamo disputato una grande prima fase. Niente è scontato ad un Mondiale, se guardiamo gli altri gironi qualche big ha avuto seri problemi. Questo dimostra come ci sia un alto coefficiente di difficoltà in questa competizione, evidenzia come non ci siano avversari facili, per nessuno».


{

Per migliorare la tua esperienza utilizziamo cookie tecnici, statistici e di profilazione, anche di terze parti, per fornire un accesso sicuro al sito, analizzare il traffico sul nostro sito, valutare l’impatto delle campagne e fornire contenuti e annunci pubblicitari personalizzati in base ai tuoi interessi. Chiudendo il banner acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni. Cookie policy